Consigli per iniziare un’attività di Commercio Elettronico

Consigli per inizia un'attività di Commercio Elettronico
Il vostro E-commerce inizia qui !

 

InformaticaInAzienda.it è lieta di offrirvi un servizio completo per la realizzazione del vostro sito di e-commerce o email commerce ; dall'idea del vostro commercio elettronico allo studio della sua fattibilità, dalla realizzazione del progetto web di vendita o di sola presentazione dei prodotti online al suo sviluppo e mantenimento.

QUALE TIPO DI SITO E-COMMERCE E' MEGLIO PER LE NOSTRE NECESSITA' :

 

1) EMAIL COMMERCE :

Creazione di un sito web aggiornabile in completa autonomia abbinato ad un carrello elettronico dove i prodotti in catalogo vengono ordinati per email con o senza carrello elettronico, senza transazioni bancarie. Questa soluzione, a differenza dell'e-commerce classico, NON RICHIEDE SPESE AMMINISTRATIVE STATALI e LA COMUNICAZIONE AL COMUNE DI APPARTENENZA.

Ulteriori informazioni su Email commerce [ click qui ]

 

2) E-COMMERCE CLASSICO :

Creazione di un sito per il commercio elettronico con carrello E-commerce classico e transazioni bancarie con carta di credito. Occorrono Autorizzazioni Amministrative + la comunicazione al Comune di Appartenenza.

Ulteriori informazioni : e-commerce classico

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

PARLIAMO DI COMMERCIO ELETTRONICO

Vediamo ora insieme i passi principali per l'avvio di un sito di e-commerce.

COSA SI INTENDE PER COMMERCIO ELETTRONICO ?
Secondo le indicazioni fornite dalla normativa nazionale e comunitaria, per commercio elettronico si intendono i servizi della società dell'informazione, vale a dire qualsiasi servizio a distanza (ovvero senza la presenza simultanea delle parti) prestato normalmente dietro retribuzione, per via elettronica (ovvero inviato all'origine e ricevuto a destinazione tramite attrezzature elettroniche di trattamento, compresa la compressione digitale e di memorizzazione di dati) e a richiesta individuale di un destinatario di servizi.

Una definizione "istituzionale" viene offerta dal ministero dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato: "l'e-commerce consiste nello svolgimento di attività commerciali e di transazioni in via elettronica e comprende attività diverse quali: la commercializzazione di beni e servizi per via elettronica, la distribuzione on line di contenuti digitali, l'effettuazione per via elettronica di operazioni finanziarie in borsa, gli appalti pubblici per via elettronica e altre procedure di tipo transattivi della Pubblica Amministrazione". [Circolare Ministero Industria Commercio e Artigianato 1 giugno 2000, n. 3487/C]

Il Commercio Elettronico può comprendere le seguenti fasi:
- ricerca ed individuazione dell'interlocutore/partner
- trattativa e negoziazione
- adempimenti e scritture formali
- pagamenti
- consegna fisica o elettronica del bene/servizio acquistato o venduto.

COSA RICHIEDE L'AVVIO DI UN'ATTIVITA' DI COMMERCIO ONLINE ?
L´avvio di un´attività di commercio elettronico richiede preliminarmente la verifica dell'esistenza delle autorizzazioni amministrative per i soggetti che intendono vendere prodotti su internet, distinguendo tra commercio al dettaglio ed all'ingrosso.
Occorre comunicare l'inizio attività al Comune nel quale l´operatore ha la residenza, se persona fisica, o la sede legale se società.
L´attività potrà essere esercitata solo decorsi 30 giorni dal ricevimento della comunicazione da parte del Comune.

DATI DI IDENTIFICAZIONE
Il fornitore deve rendere facilmente accessibili ai destinatari del servizio i dati formali relativi alla propria attività.
1) Informazioni per la vendita: Il fornitore deve fornire sufficienti informazioni sui beni e servizi offerti, in modo chiaro ed esaustivo. Egli deve altresì comunicare al cliente tutte le altre informazioni relative alla vendita, cioè le condizioni di consegna del bene (termini di consegna, costi di spedizione ecc.), le condizioni di pagamento (valute accettate, termini temporali, eventuali alternative ecc.), le modalità di cancellazione dell'ordine, le modalità di esercizio del diritto di recesso (nel caso di transazione tra Azienda e Consumatore).
2) La transazione del Cliente: Per la transazione viene utilizzato "il carrello" virtuale, all'interno del quale il cliente può mettere, estrarre o rimettere più volte un prodotto o servizio e controllare tutti gli elementi presenti ed il relativo prezzo. Fino a quando il carrello non ha superato la cassa si scongiura il pericolo di acquisti non voluti. E' importante dare la possibilità di uscire dal sito senza aver effettuato alcun acquisto.

NORMATIVA SULLA PRIVACY & LA RESPONSABILITÀ SOCIALE
In base alla Legge (art. 13 del Decreto legislativo 196/2003) chiunque effettui trattamento di dati personali deve fornire alla persona cui tali dati si riferiscono un'adeguata informativa e, in taluni casi, ottenere il consenso al trattamento dei suoi dati. Tale informativa deve contenere le finalità del trattamento, le modalità del trattamento ed i diritti dell'interessato (art. 7 del Decreto legislativo 196/2003) di accedere ai propri dati, di ottenere la cancellazione, rettifica o integrazione dei propri dati, di opporsi per motivi legittimi al trattamento dei propri dati.

SICUREZZA
Il fornitore on-line deve definire le modalità utilizzate per garantire la sicurezza e la protezione dei dati, come ad esempio il controllo degli accessi ai locali nei quali ci sono i computer dove sono immagazzinati i dati, l'utilizzo di firewall, di antivirus, di password, la gestione dei back up. Egli deve inoltre prevedere l'utilizzo di protocolli di sicurezza dei dati trasmessi nel corso della transazione.

RECLAMI
Il fornitore on-line deve adottare un sistema per raccogliere reclami e commenti da parte dei propri clienti e intraprendere le azioni opportune, rendendosi reperibile anche attraverso canali più tradizionali, quali quello telefonico.

AGEVOLAZIONI & CONTRIBUTI
Per lo sviluppo e/o la implementazione di sistemi e-commerce, sono disponibili alcuni strumenti di agevolazione, che permettono di ottenere agevolazioni a fondo perduto comprese tra il 10 ed il 35% delle spese sostenute.
In particolare sono agevolabili, a titolo esemplificativo, a seconda dello strumento preso in esame:
1. attrezzature e beni informatici;
2. analisi, progettazione e realizzazione di reti aziendali e interaziendali, ivi compresa l'acquisizione di software di rete, creazione di reti intranet ed extranet, gestione della sicurezza;
3. Progettazione, personalizzazione e acquisto di software funzionale all'attività aziendale, compresa la gestione della privacy;
4. progettazione e realizzazione di pagine Web per promozione dell'attività aziendale e/o la vendita di prodotti attraverso la rete Internet, ivi incluse le spese di hosting/housing e registrazione domini;
5. formazione di personale interno per l'utilizzo del software aziendale e/o di siti internet/intranet.

In considerazione delle numerose variabili e complessità delle singole situazioni di investimento, che richiedono un esame approfondito e personalizzato, si consiglia, in caso di interesse, di effettuare una corretta analisi preventiva.
A tal fine è possibile contattarci per una prima verifica senza impegno.

 

 

---------------------------------------- COMMERCIO ELETTRONICO CON INCENTIVI ----------------------------------------

INCENTIVI ED AGEVOLAZONI PER REALIZZARE SITI E-COMMERCE [ click qui ]

---------------------------------------------------------------------------------------------------------

Print Friendly, PDF & Email